27/10/2001

AGEVOLAZIONI PER L'ACQUISTO DI AUSILI INFORMATICI 

(Dott.ssa Cristina Sassi)

Con l’articolo di questo mese cercheremo di offrire una panoramica delle agevolazioni esistenti di cui gli utenti disabili si possono avvalere per l’acquisto di ausili informatici.

L’articolo non ha la pretesa di essere esaustivo, ma intende fornire alcune indicazioni nella speranza che possano essere di qualche utilità.

AGEVOLAZIONI DA PARTE DELLO STATO

IVA agevolata

E’ prevista l’applicazione di aliquota IVA agevolata (4% invece che 20%) per l’acquisto di sussidi tecnici ed informatici da parte di persone con disabilità motoria e/o sensoriale (sono esclusi i software didattici; sono inclusi tutti i prodotti hardware e software, compresi computer, periferiche e software applicativi).

Per potersi avvalere di tale agevolazione, occorre produrre:

  • una prescrizione medica attestante il collegamento funzionale tra menomazione e ausilio prescritto
  • copia del certificato di invalidità o handicap
  • autodichiarazione in cui si dichiara di avere diritto all’applicazione di aliquota IVA agevolata in base all'articolo 2, comma 9, del Decreto-Legge 31 dicembre 1996, n. 669 (convertito dalla Legge 28 febbraio 1997, n. 30) e al Decreto 14 marzo 1998.

Si possono trovare ulteriori informazioni ed il fac-simile dei documenti da produrre alla pagina http://www.handylex.org/schede/ivasussi.shtml

Detraibilità della spesa

Nella denuncia dei redditi è possibile detrarre il 19% delle spese sostenute per l’acquisto di sussidi tecnici ed informatici (sono compresi anche i software didattici). Occorre presentare:

  • certificato del medico curante (che attesti che il sussidio è volto a facilitare l'autosufficienza e la possibilità di integrazione del soggetto portatore di handicap ai sensi degli articoli 3 e 4 della Legge 104)
  • fattura o ricevuta o quietanza della spesa sostenuta
  • certificato di handicap o di invalidità o autocertificazione con allegata copia di documento di riconoscimento

Ulteriori informazioni alla pagina http://www.handylex.org/schede/irpesussi.shtml

CONTRIBUTI REGIONALI

Riportiamo di seguito l’elenco delle Regioni che concedono contributi per l’acquisto di attrezzature informatiche. Tenendo conto del fatto che non esiste una normativa uniforme, ma ogni Regione presenta le proprie specificità, rimandiamo alla normativa regionale specifica per i dettagli.

Abruzzo

La Regione concede contributi per l’acquisto di strumentazioni tecnologiche ed informatiche per il controllo dell’ambiente domestico e lo svolgimento delle attività quotidiane.

Aventi diritto: persone in situazione di gravità (art. 3, comma 3, legge 104/92)

Normativa di riferimento (le norme elencate di seguito fanno riferimento anche a contributi concessi per la modifica degli strumenti di guida e degli ambienti domestici):

  • Legge Regionale 20 giugno 1980 n. 60
  • Legge Regionale 28 luglio 1988 n. 57
  • Legge Regionale 28 aprile 2000, n. 79

Basilicata

La Regione concede contributi per l’acquisto di strumenti informatici e tecnologicamente avanzati al fine di una maggiore integrazione sociale e lavorativa.

Aventi diritto: persone disabili con menomazioni funzionali permanenti

Normativa di riferimento (le norme elencate di seguito fanno riferimento anche a contributi concessi per la modifica degli strumenti di guida e degli ambienti domestici):

  • Legge Regionale 30 novembre 1984, n. 38
  • Legge Regionale 21 gennaio 1997, n. 7
  • Legge Regionale 2 febbraio 2000, n. 6

Emilia Romagna

La regione concede contributi per l’acquisto di attrezzature tecnologicamente idonee per avviare e svolgere attività di lavoro, studio, riabilitazione nel proprio alloggio, qualora la gravità della menomazione non consenta lo svolgimento di tali attività in sedi esterne

Aventi diritto: persone in situazione di gravità (art. 3, comma 3, legge 104/92)

Normativa di riferimento: LEGGE REGIONALE 29 (Regione Emilia Romagna) – 21 agosto 1997

Lombardia

La regione concede contributi per l’acquisto di attrezzature tecnologicamente avanzate che compensano limitazioni funzionali di tipo motorio, visivo, uditivo, intellettivo e che favoriscono l’indipendenza della persona disabile.

Aventi diritto: persone disabili e loro familiari

Normativa di riferimento (le norme elencate di seguito fanno riferimento anche a contributi concessi per la modifica degli strumenti di guida e degli ambienti domestici):

  • Legge Regionale 20 febbraio 1989, n. 6
  • Legge Regionale 6 dicembre 1999, n. 23
  • Delibera Giunta Regionale, 3 agosto 2000, n. 7/914 (attuazione dell’art. 4 della L.R. n. 23 del 1999; BU 28 agosto 2000 n. 35)

Marche

La regione concede contributi per l’acquisto di computer adattati nonché di altri ausili tecnici (è escluso il software didattico) che consentano a chi presenta disabilità sensoriali o di comunicazione una miglior integrazione sociale.

Aventi diritto: persone in situazione di gravità (art. 3, comma 3, legge 104/92)

Normativa di riferimento (le norme elencate di seguito fanno riferimento anche a contributi concessi per la modifica degli strumenti di guida e degli ambienti domestici):

  • Legge Regionale 4 giugno 1996, n. 18
  • Legge Regionale 21 novembre 2000, n. 28
  • Delibera Giunta Regionale 28 dicembre 2000, n. 2888

Valle D’Aosta

La regione concede contributi per l’acquisto e l’installazione di ausili e attrezzature idonee al miglioramento della vita di relazione.

Aventi diritto: persone con disabilità funzionale e permanente certificata dalle commissioni mediche (si parla di “obiettive difficoltà della mobilità e alla vita di relazione”)

Normativa di riferimento (le norme elencate di seguito fanno riferimento anche a contributi concessi per la modifica degli strumenti di guida e degli ambienti domestici):

  • Legge Regionale 12 gennaio 1999, n. 3

Altre Regioni concedono contributi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche nelle abitazioni private e all’adattamento dei veicoli.

In Piemonte esiste una proposta di legge (elaborata da alcune associazioni, ma non ancora discussa dalle Commissioni Regionali competenti) in cui si i finanziamenti potranno essere finalizzati all’acquisto di attrezzature volte a favorire l’autonomia della persona disabile.

Ulteriori informazioni alla pagina http://www.mobilita.com/rivista/15/contributi.htm

CONTRIBUTI COMUNALI

Molti comuni prevedono contributi per l’acquisto di strumentazioni informatiche da parte di soggetti disabili: è consigliabile pertanto informarsi direttamente presso il proprio Comune di residenza ed anche, nel caso il soggetto sia in età scolare, presso il Comune ove ha sede la scuola frequentata dal beneficiario dell’acquisto.

CONTRIBUTI TRAMITE SSN*

Alcuni ausili sono prescrivibili tramite Nomenclatore Tariffario (D.M. 332/1999). Con questo Decreto Ministeriale non viene più indicata la cifra fissa passata dall’Azienda USL per ciascun ausilio, ma molte Aziende USL fanno ancora riferimento alle cifre fissate dal precedente Nomenclatore Tariffario, che riportiamo tra parentesi.

Ausili tecnici attinenti la funzione della comunicazione

Tale categoria comprende gli ausili per la comunicazione.

codice di classificazione ISO: 21.42.06.006 - comunicatore simbolico a 100 caselle (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 2.384.450 + IVA 4% ) Il computer è riconducibile a questo codice.

codice di classificazione ISO: 21.15.09.003 – comunicatore alfabetico (con una sovvenzione da parte delL’USL di £ 939.350 + IVA 4% )

codice di classificazione ISO: 21.42.06.003 - comunicatore simbolico a 16 caselle (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 1.017.650 + IVA 4% )

codice di classificazione ISO: 21.36.09.003 – comunicatore telefonico (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 1.489.400 + IVA 4% )

Hanno diritto a questi contributi tutti coloro che non sono in grado di scrivere e di parlare (il nomenclatore parla di impossibilità assoluta). Il comunicatore telefonico può essere concesso solo ai sordomuti riconosciuti ai sensi della L.381/70.

Ausili attinenti la funzione visiva

Tale categoria comprende il sintetizzatore vocale, il display braille, gli ingranditori per il personal computer (PC), i sistemi ICR (riconoscimento e lettura testi a mezzo scanner completo di software applicativo), la stampante braille.

I codici sono i seguenti:

codice di classificazione ISO: 21.09.15.003 -sintetizzatore vocale (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 1.000.000 + IVA 4%)

codice di classificazione ISO: 21.15.15.003 display braille a 20 caratteri (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 3.000.000 + IVA 4% )

codice di classificazione ISO: 21.15.15.006 display braille a 40 caratteri (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 5.000.000 + IVA 4% )

codice di classificazione ISO: 21.06.03.009 - ingranditore per PC (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 1.000.000 + IVA 4% )

codice di classificazione ISO: 21.06.06.003 - sistema I.C.R. (con una sovvenzione da parte dell’USL di £ 1.500.000 + IVA 4%)

Codice di classificazione ISO: 21.09.09.003 - Stampante braille (inserita solo con l’ultimo D.M.)

Hanno diritto alle sovvenzioni i soggetti non vedenti o con residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi con correzione.

I DATORI DI LAVORO

Per i datori di lavoro che assumono persone disabili sono previsti contributi per l’adeguamento del posto di lavoro.

La legge di riferimento per il collocamento obbligatorio è la legge 12 marzo 1999, n. 68.

L’articolo 13 recita:

(Agevolazioni per le assunzioni)

1. Attraverso le convenzioni di cui all'articolo 11, gli uffici competenti possono concedere ai datori di lavoro privati, sulla base dei programmi presentati e nei limiti delle disponibilità del Fondo di cui al comma 4 del presente articolo:

........

c) il rimborso forfettario parziale delle spese necessarie alla trasformazione del posto di lavoro per renderlo adeguato alle possibilità operative dei disabili con riduzione della capacità lavorativa superiore al 50 per cento o per l'apprestamento di tecnologie di telelavoro ovvero per la rimozione delle barriere architettoniche che limitano in qualsiasi modo l'integrazione lavorativa del disabile.

Un successivo regolamento attuativo ha demandato la questione alle regioni

(informazione tratta dalla lista di discussione IDEA-LISTA).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti consigliamo di consultare il sito di Handylex www.handylex.org

Dott.ssa Vittoria Stucci 

Dott.ssa Cristina Sassi c.sassi@leonardoausili.com

Commenti

* Nuovo Nomenclatore Tariffario

* 12/1/17 Nuovo Nomenclatore Tariffario: qui l'articolo con i codici aggiornati