27/11/2012

HANDIMATICA 2012 - Tecnologie e medicina: risposte possibili alle attese della persona ipovedente  

(Dott.ssa Daniela Jurcic)

 

In occasione di Handimatica 2012, sabato 24 Novembre 2012 si è svolta a Bologna l’iniziativa “Tecnologia e medicina: risposte possibili alle attese della persona ipovedente”, organizzato dall’Associazione Retinite Pigmentosa Emilia Romagna.

Il convegno ha fornito l'occasione per ascoltare diverse voci di chi si occupa di tecnologia e medicina applicate ai disturbi visivi, e crediamo interessante riportare alcuni riferimenti, cui magari rivolgersi per informazioni e approfondimenti

Ha presentato l’iniziativa la Dott.ssa Antonella Gambini, Associazione Retinite Pigmentosa Emilia-Romagna

A seguire è intervenuto il Dott. Rocco Di Lorenzo, presidente A.R.I.S. (Associazione Retinopatici e Ipovedenti Siciliani)*

Nel suo intervento il Dott. Di Lorenzo ha parlato delle esigenze culturali, riabilitative, di autonomia e di integrazione socio lavorativa della persona ipovedente, e delle attività che l’A.R.I.S. svolge ormai da più di 20 anni. 

I servizi di A.R.I.S. vengono erogati gratuitamente, presso il Centro di Ipovisione, ubicato all'interno dell’azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo. 

Le attività sono svolte da un’equipe multidisciplinare composta da oculista, ortottista, assistente sociale e psicologo, che intervengono a sostegno delle esigenze degli ipovedenti e dei loro familiari. 

La riabilitazione visiva, messa in atto grazie alla convenzione con la Regione Sicilia-Assessorato alla salute utilizzando i fondi della L. 284/97 (Prevenzione della cecità e riabilitazione visiva), è uno degli interventi messi in atto all’interno del Centro.

Qui i pazienti trovano moderni ausili ottici e informatici, grazie anche alla collaborazione di aziende del settore come Leonardo S.r.l., Fatif e Ottica Galeazzo. 

I pazienti con malattie eredo-degenerative retiniche vengono sottoposti anche alla consulenza genetica e all'eventuale prelievo per l’esame del DNA. Questo perché negli ultimi anni sono state scoperte diverse mutazioni dei geni responsabili della retinite pigmentosa.

E' poi intervenuto il Dott. Alfio De Sogus, presidente dell'Associazione Retinite Pigmentosa Sardegna, il quale ha affrontato le tematiche della disabilità a scuola e delle tecnologie utili a favorire l’apprendimento scolastico e una maggiore collaborazione tra docenti e allievi disabili visivi.

L'intervento successivo, tenuto dal Dott. Marco Bongi presidente A.P.R.I. (Associazione Piemontese Retinopatici Ipovedenti), ha toccato il tema delle attività assistenziali, degli ausili elettronici e dei programmi che favoriscono l’integrazione e la comunicazione tra disabili visivi e normodotati.

E' intervenuto a questo punto il rappresentante di una azienda del settore che ha presentato gli ausili che si avvalgono della tecnologia più recente per favorire l’autonomia e l’indipendenza dei disabili visivi.

L'intervento che ha seguito è stato tenuto dal Prof. Sergio Zaccaria Scalinci, docente presso la clinica oculistica dell’Università di Bologna, il quale, in collaborazione con un genetista dell’Università di Bologna, Prof. Piccaluga,  Ospedale S.Orsola, ha dato vita ad un dibattito con i pazienti in merito alle nuove ricerche in ambito clinico e genetico per arginare false speranze alimentate da giornalisti non correttamente informati.

Questi dibattiti, frutto dell'iniziativa dell'associazionismo che promuove la ricerca ed un corretto utilizzo della tecnologie, sono occasioni preziose di crescita e diffusione delle informazioni riguardo i progressi della scienza e della tecnica in questo campo.

A tal proposito, vi invitiamo a leggere la rivista Ipovisione, di cui troverete una copia in allegato, per gentile concessione del Dott. Rocco di Lorenzo che ringraziamo per la preziosa collaborazione anche alla redazione dell'articolo

Scarica la rivista IPOVISIONE di novembre 2012

 

A.R.I.S svolge le sua attività di accoglienza e informazione presso la sede regionale sita in Via Ammiraglio Gravina n.53 a Palermo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00. Telefono: 091/6622375; e-mail: aris@ipovisione.org.

Il Centro di Ipovisione offre i suoi servizi dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00 presso l’Ospedale Cervello, Via Trabucco n.180 a Palermo. Telefono: 091/6802034; e-mail: centroipovisionearis@gmail.com e, inoltre, presso l'Ospedale Villa Sofia il lunedì, martedì e giovedì, dalle 9.00 alle 13.00. Telefono: 091/7808456; e-mail: centroipovisionearis@gmail.com;

 

Dott.ssa Daniela Jurcic