08/04/2010

PROGETTO INTEGRATO COMUNICAZIONE ED AZIONE 

(Dott.ssa Vittoria Stucci)

Questo progetto è nato da una richiesta che ci viene rivolta sempre più frequentemente da una fascia d'utenza abbastanza definita: si tratta di persone che hanno allo stesso tempo problemi motori e di comunicazione importanti, ma che non presentano gravi compromissioni cognitive.

Prima di parlare dell'integrazione, cerchiamo di capire meglio di che sistemi stiamo parlando.

Già da diversi anni le ditte specializzate che si occupano di sistemi per la mobilità hanno studiato ed inserito la possibilità di guidare le carrozzine elettroniche con comandi speciali, ossia alternativi al classico joystick, nei casi in cui l'utente non sia in grado di utilizzarlo. Ci riferiamo a joystick particolari come ad esempio Minijoystick HMC oppure altri comandi alternativi , che hanno la stessa funzione del comando tradizionale, ovvero dare la possibilità di direzionare il movimento nello spazio a 360°. Quando l'utilizzo di un dispositivo di questo tipo non è possibile perché i movimenti residui dell'utente non lo consentono, è possibile pensare a sistemi di guida a scansione che permettono di guidare con un solo movimento. In genere questi sistemi necessitano di un visore che evidenzia in successione le varie direzioni di movimento e l'utente non deve far altro che selezionare il sensore quando viene scansionata la direzione in cui desidera andare. La carrozzina si sposterà dunque nella direzione impartita e si fermerà quando verrà premuto nuovamente il sensore.

I sistemi di questo tipo spesso permettono, sempre grazie al sistema di input idoneo, di gestire altre funzioni della carrozzina come ad esempio la velocità di spostamento, gli attuatori, etc ed, in alcuni casi, anche funzioni aggiuntive come ad esempio il controllo ambientale.

La valutazione del sistema idoneo viene dunque effettuata tenendo conto non solo dell'aspetto motorio della persona, ma anche delle richieste specifiche.

Lo stesso tipo di lavoro viene effettuato dalle ditte che lavorano nel nostro settore, ovvero che si occupano di ausili informatici e per la comunicazione; ciò che viene studiato è il sistema di accesso al PC o ai sistemi dedicati di comunicazione (VOCA o comunicatori con display dinamico).

Per ciò che riguarda il PC , l'accesso alternativo al mouse standard (che è il principale sistema di input insieme alla tastiera) può essere un mouse speciale (joystick, trackball, puntamento oculare o emulatori di mouse di vario tipo) con struttura e modalità diverse di utilizzo, ma identiche funzioni rispetto al mouse tradizionale. Lo stesso discorso vale per la tastiera, si può optare per una tastiera esterna con modifiche strutturali che ne facilitano l'accesso, oppure per tastiere a video a cui si accede direttamente con il mouse, standard o speciale, o tramite sistemi a scansione.

Per ciò che riguarda i comunicatori , si accede ai VOCAs tramite selezione diretta sulla pulsantiera o scansione; ai comunicatori con display dinamico con gli stessi sistemi di accesso al PC aggiungendo la modalità touch screen, che nella maggior parte dei casi è integrata nel dispositivo.

Sia che si tratti di mobilità, sia che si tratti di accesso al PC o alla comunicazione, l'obiettivo che ci si pone è sempre quello di dare la maggior autonomia possibile nel caso specifico rispetto alle funzioni richieste.

In alcuni casi, gli utenti manifestano diverse esigenze contemporaneamente: mobilità, PC e comunicazione, controllo di alcuni dispositivi nell'ambiente domestico (televisore, condizionatore, accensione-spegnimento di luci, etc) e di sistemi di comunicazione a distanza come ad esempio l'invio di SMS con il cellulare.

Non solo, quindi, la mobilità in carrozzina elettronica o accesso al PC o accesso ad un comunicatore, ma un'opportunità sistemica che si realizza attraverso uno strumento multifunzione che, oltre al movimento, offra funzioni attinenti l'assetto posturale e l'interazione con l'ambiente di vita.

Mobilità in carrozzina (attraverso joystick e comandi speciali)

Postura e sue variazioni (reclinazione, basculazione, elevazione modulare, verticalizzazione)

Controllo ambientale : applicato alla carrozzina elettronica, permette di utilizzare qualsiasi comando speciale – dal joystick fino al movimento oculare – affinché l'utente possa interfacciarsi al computer ed a qualsiasi telecomando ad infrarossi per la gestione degli elettrodomestici di casa (TV, stereo, condizionatore, luci…).

Comunicazione: attraverso un comunicatore con display dinamico che consenta la comunicazione “faccia a faccia” ed a distanza (attraverso l'invio di SMS) utilizzando gli stessi comandi speciali applicati alla carrozzina.

L'obiettivo che cerchiamo di perseguire con il progetto Comunicazione ed Azione è quello di individuare un sistema modulare che consenta l'accesso alle diverse componenti con lo stesso sistema di input.

Secondo noi due aspetti sono di fondamentale importanza.

In primo luogo, la possibilità di comporre il sistema nel tempo a seconda delle mutate esigenze della persona senza dover variare le componenti, ma aggiungendole. Ad esempio, un bambino molto piccolo può partire dal discorso mobilità ed aggiungere in seguito l'accesso al PC oppure una persona adulta che, al momento della prima valutazione, vive prevalentemente in ambiente domestico e utilizza il PC come comunicatore, poi in seguito decide di uscire di casa ed aggiungere dunque uno strumento di comunicazione idoneo in esterni.

In secondo luogo, l'opportunità di variare la modalità di accesso senza modificare il sistema. Questo aspetto è di fondamentale importanza non solo nel caso di patologie degenerative, ma anche con i soggetti in età evolutiva che necessitano di apprendere gradualmente l'utilizzo dei vari sistemi di input.

Per rispondere a queste esigenze abbiamo allestito una carrozzina elettronica con il sistema di guida e di controllo ambientale Q-logic ed un comunicatore con display dinamico che possano essere gestiti dallo stesso comando (sistema speciale o accesso a scansione). Alcuni di questi comunicatori con display dinamico consentono anche la gestione diretta del controllo ambientale, grazie ad un modulo Gewa integrato, e l'invio di SMS.

Nel corso che abbiamo organizzato presso la nostra sede il giorno 17 aprile 2010 presenteremo la nostra idea di base mostrando il sistema ed approfondendo le varie parti che lo compongono.

Tutte le informazioni utili sono sul nostro sito internet cliccando qui. Un'altra opportunità per valutare il progetto è la mostra Exposanità .

 

Dott.ssa Vittoria Stucci