Paralisi Cerebrale Infantile 

LA SCELTA DI AUSILI INFORMATICI PER CONSENTIRE L'ACCESSO AL PC: ANALISI DI UN CASO

(Dott.ssa Francesca Caprino)

Vogliamo dedicare l'articolo di questo mese allo studio di un caso concreto in cui ci è stata richiesta una consulenza per consigliare gli ausili più idonei sia per facilitare l'accesso al PC, sia per offrire maggiori opportunità comunicative.

Tra i diversi casi che abbiamo trattato, abbiamo deciso di pubblicare questo perché ci sembra esemplificativo rispetto al processo di scelta non di un solo ausilio, bensì di un sistema.

I SOFTWARE DIDATTICI A SCANSIONE: SECONDA PARTE

(Dott.ssa Cristina Sassi)

 

Dopo l'introduzione ai software didattici a scansione dell'articolo del mese scorso ( /archivio71.htm ) ora affronteremo una panoramica di alcuni di questi software in base ai criteri precedentemente descritti. Suddivideremo i software in base all'età di riferimento ed al tipo di attività che propongono.

Causa effetto

I SOFTWARE DIDATTICI A SCANSIONE: PRIMA PARTE

(Dott.ssa Cristina Sassi)

 

Qualche tempo fa abbiamo affrontato l'argomento degli ausili informatici a scansione, indirizzati per lo più ad una utenza adulta ("La gestione del computer con la scansione da parte di soggetti con gravi disabilità motorie" alla pagina /archivio69.htm del nostro sito).

L'argomento di questo mese riguarda i software didattici a scansione, con particolare attenzione alle proposte dirette all'età evolutiva.

LA GESTIONE DEL COMPUTER CON LA SCANSIONE DA PARTE DI SOGGETTI CON GRAVI DISABILITA' MOTORIE

(Dott.ssa Vittoria Stucci)

La normale gestione di un personal computer prevede l'utilizzo delle periferiche standard ovvero tastiera e mouse. Se l'utente presenta problemi motori che non gli consentono di utilizzare in modo funzionale questi dispositivi di input, gli accorgimenti che si possono adottare sono diversi e vengono valutati principalmente sulla base di due parametri fondamentali: le abilità motorie e le attività che vengono svolte con il computer. Questo secondo aspetto, a volte sottovalutato, è invece di primaria importanza. Facciamo un esempio concreto.

RICONOSCIMENTO VOCALE: RISULTATI SIGNIFICATIVI IN DUE CASI LIMITE

(Enrico Bertanza)

Premessa

L'articolo di questo mese parla di due applicazioni concrete realizzate partendo da un software di riconoscimento vocale, Dragon Naturally Speaking http://www.scansoft.com/naturallyspeaking/ . L'autore ha cercato di spiegare con la massima chiarezza i diversi passaggi, ma trattandosi di personalizzazioni e applicazioni implementate ad hoc il linguaggio deve essere necessariamente tecnico.

IDEE DI GIOCO PER BAMBINI IN CONDIZIONE DI DISABILITA'

(Dott.ssa Francesca Caprino)

UNA PREMESSA

La funzione del gioco nei bambini è da molti anni argomento di trattazione da parte di psicologi e pedagogisti.

La letteratura evidenzia le molteplici funzioni delle attività di gioco nell'età evolutiva.

Il gioco rappresenta infatti uno dei modi privilegiati per esplorare il mondo esterno e quello delle relazioni interpersonali, per sviluppare abilità motorie e cognitive, per sperimentare ruoli, per agire la propria creatività.

E' evidente come le attività ludiche ricoprano nei bambini disabili le medesime funzioni.

L'ANALISI DELLE ABILITA' COGNITIVE IN PAZIENTI CON GRAVI DISABILITA' MOTORIE E DELLA COMUNICAZIONE ESPRESSIVA

(a cura di Dott.ssa Vittoria Stucci)

La valutazione neuropsicologica è un nodo problematico quando si lavora con pazienti con gravi disabilità motorie e del linguaggio espressivo.

HARDWARE, AUSILI INFORMATICI, SOFTWARE DIDATTICI PER RIDURRE LA DIVERSITA'

(Ins. Malvena Bengasini)
Tesina del Corso di Alta Qualificazione “Hardware, ausili informatici, software didattici per ridurre la diversità” (PG)

QUALCHE CONSIDERAZIONE PRELIMINARE

L’argomento oggetto del Corso ha dimensioni oceaniche ad esplorarlo in profondità, e dovendolo circoscrivere per la presente trattazione non si rende giustizia a quanto ci sarebbe da discutere, quante problematiche aperte, quanta leggerezza nel comune operare, quanta complessità nelle scelte, ma del resto sarebbe così per tutto ciò che riguarda il pianeta scuola per chi ne è realmente dentro, e a maggior ragion

LA TASTIERA STANDARD COME AUSILIO: ALCUNI ADATTAMENTI

(Dott.ssa Cristina Sassi)

In quest’articolo riporteremo una serie di idee per adattare la tastiera standard nel caso si incontrino difficoltà nel suo utilizzo; a volte è sufficiente identificare il problema che rende difficile l’uso della tastiera e cercare di aggirarlo con semplici accorgimenti. In generale, durante la valutazione riguardante le possibilità di accesso al computer di un utente, è consigliabile partire dalle cose più semplici per arrivare a soluzioni più sofisticate soltanto se le prime non risultano adeguate.

LA CONSULTAZIONE DI LIBRI DA PARTE DI BAMBINI CON DISABILITA' MOTORIE E DELLA COMUNICAZIONE

(Dott.ssa Vittoria Stucci)

Lo scopo di questo articolo è quello di suggerire idee, strategie per facilitare la consultazione dei libri da parte di bambini che presentano disabilità motorie e della comunicazione espressiva.

Condividi contenuti