I SOFTWARE DIDATTICI A SCANSIONE: SECONDA PARTE