.

Tecnologie Assistive in riabilitazione

Tecnologie Assistive in riabilitazione

L'utilizzo delle tecnologie assistive è spesso conseguente ad una valutazione di opportunità da parte dell'équipe riabilitativa. Sovente logopedista, terapista occupazionale, TNPEE o altre figure che partecipano al piano riabilitativo individuale, in accordo col medico che spesso è anche prescrittore, identificano e consigliano la dotazione di ausili per l'utente.

Il percorso di erogazione dell'ausilio tramite servizio sanitario nazionale non è sempre lineare: spesso si rende utile un confronto con amministratori pubblici e fornitori, per cercare di erogare quanto realmente necessario per le specifiche necessità dell'utente (a tal fine consigliamo la lettura del testo "Prescrivere e fornire correttamente le tecnologie assistive" liberamente scaricabile qui, mentre nel video a questo link potete trovare un sunto del confronto tenutosi in occasione di un convegno sul nuovo Nomenclatore)

Gli strumenti tecnologici a supporto di un percorso riabilitativo sono molteplici e quasi sempre prescrivibili grazie ai codici inseriti nel Nomenclatore del 2017.

Tali forniture sono previste a vantaggio dei singoli utenti, seguendo un percorso amministrativo per il quale potete richiederci informazioni e supporto: esistono ausili erogabili tramite SSN per chi affronta o deve intraprendere un percorso di CAA, per chi necessita di un accesso alternativo agli strumenti informatici, per chi deve controllare l'ambiente, per chi ha necessità di assistenza per la propria sicurezza, per chi ha problemi di vista.

Spesso però i riabilitatori hanno necessità di effettuare valutazioni con gli assistiti, prima di consigliare una dotazione personalizzata di ausili; inoltre devono frequentemente utilizzare essi stessi gli strumenti che consigliano, per predisporre l'ambiente ed il materiale adattato. 

Risulta quindi importante valutare, nella scelta degli ausili, anche alcuni parametri che ne garantiscano un utilizzo più semplice ed efficace. La scelta di software che prevedano una grande flessibilità, una ricca dotazione di materiali pronti e personalizzabili e possibilmente anche una installazione aggiuntiva come Mind Express, ad esempio, garantisce l'ottimizzazione dei tempi di incontro con l'assistito e facilita la valutazione di efficacia dello strumento.

Ci sono poi alcuni strumenti pensati proprio per fornire a chi propone un percorso di CAA l'opportunità di proporre attività in totale sicurezza, come ad esempio i materiali sanificabili della linea Eccome: Set Drop Set Etran.

Un'ulteriore risorsa è rappresentata da dispositivi come Comunikit DidaRia (DIDAttica e RIAbilitazione), pensati per raccogliere una dotazione di base di strumenti ad uso dei terapisti durante gli incontri valutativi e riabilitativi con gli assistiti.

Non va dimenticato che una collaborazione ed un confronto fattivo con chi si occupa del mercato degli ausili apre anche ad altre opportunità, quale ad esempio la richiesta di ausili in prestito  temporaneo per effettuare prove con gli utenti. Leonardo Ausilionline è disponibile ad offrire il servizio di condivisione degli ausili presenti nello showroom in condizioni di sicurezza.

Prodotti correlati